Parquet Roma

Parquet Roma: La guida completa per l'acquisto

Non si può parlare di moda del parquet perché ormai dura da decenni. Vale la pena approfondire questo tema per fornire tutte le risposte a coloro che sono intenzionati ad usarlo per realizzare il pavimento di casa o solo di una parte di essa.

Le caratteristiche di questo materiale sono uniche e unica è la sensazione che da sia a livello visivo che di sensazione. E' appunto il senso dell'accoglienza, del calore che solo il legno sa donare per la sua naturalezza.

Per arrivare ad ottenere un ottimo livello di qualità, il legno da cui deriva questo materiale deve essere accuratamente lavorato. Si parte dalla selezione del tronco e dal suo taglio in listelli. Le parti che non risultano conformi sono immediatamente scartate, mentre le altre devono subire un processo di protezione necessario a non farlo deformare nel viaggio e nel tempo. La prima cosa che bisogna sapere è che questo materiale ha bisogno di essere sottoposto a lavorazione possibilmente nello stesso luogo in cui avviene il taglio. Ciò deriva dalla necessità di mantenere immutate le condizioni del clima suo originario.

La selezione del tipo di legno ed il disegno naturale che caratterizza ogni listello lo rendono ideale per fornire alla casa il tono di colore che lo caratterizza. Ogni pavimentazione in parquet è differente dall'altra e questo è parte del suo fascino naturale. Il parquet inoltre ha un prezzo al metro quadro contenuto se lo si paragona ad altri tipi di materiali pregiati, pur donando un aspetto estetico superiore.

Non solo qualità estetiche ma anche meccaniche

Il legno pregiato è una delle caratteristiche che ha il pavimento in parquet, occorre però soffermarsi sulla capacità che ha questo elemento naturale di, resistere al calpestamento e all'isolamento termico. Il suo utilizzo in edilizia parte essenzialmente da queste due caratteristiche di base. Il parquet non richiede una grande manutenzione, dura molto nel tempo e per ripristinarlo alle condizioni iniziali servono pochi sforzi.

Ciò che contribuisce alla sua durata è la posa fatta a regola d'arte, dopodiché il solo effetto sarà l'usura dovuta al calpestamento.

Ogni legno ha proprie peculiarità ed ogni luogo in cui può essere posato un parquet ha condizioni differenti. Il parquet lo si può posare in una camera come anche nei bagni o cucine dove la componente umidità deve essere tenuta in conto. Ci sono tipi di parquet costruiti per resistere al calpestio più frequente, come quello che si ha in una struttura industriale o commerciale.

L'utilizzo del parquet in ambito abitativo è consigliato anche per la sua qualità di isolamento sia termico che acustico. E' una peculiarità molto sfruttata ad esempio nei paesi del nord o in tutti i luoghi dove ricorrono condizioni climatiche rigide.

La posa del listello di legno per ottenere una pavimentazione in parquet è relativamente costosa in rapporto ad altri tipi di materiale. La sua durata e la scarsa manutenzione che bisogna avere, giustificano e fanno recuperare la spesa iniziale.

Diversi tipi di parquet che bisogna saper riconoscere

Il parquet può essere tradizionale, quello che chiamiamo massello, stratificato (prefinito) e laminato.

Il parquet massello o tradizionale

E' quello che conosciamo tutti, deriva da un solo tronco e per questo si chiama massello. Ha uno spessore che può arrivare a 20 mm ma ci sono quelli anche di spessore più sottile come il 14 mm. Dura molto nel tempo e nel caso, con levigatura e lucidatura ritorna alle sua condizioni di bellezza iniziali. Quest'operazione in pratica rimuove una parte minima di spessore pari a 2 o 3 mm appena.

La qualità di isolamento del parquet massello dipendono dal suo spessore, per cui più alto è il legno di cui è composto maggiore sarà il suo grado di isolamento termico.

Per posare un parquet tradizionale i tempi sono abbastanza lunghi si va dai 20 ai 30 giorni almeno. Si usa l'incollaggio o la chiodatura.

Nelle case il parquet massello sia già trattato a dovere questo deve essere solo posato In ambito industriale invece si usa un parquet che viene trattato sul posto per ottenere caratteristiche di resistenza superiori.

Il Parquet stratificato

La parte superiore del listello di parquet è il legno pregiato di soli di 2,5 mm, non meno. Questo strato viene ancorato ad un altro in legno, anche compensato o truciolato che resiste alle condizioni di umidità, per cui non si deforma. La parte inferiore può anche essere betulla o abete. Lo si trova già pronto per la posa e per questo è molto diffuso. L'estetica è ciò che viene maggiormente curata per dar la possibilità al consumatore di scegliere la tonalità e la venatura che preferisce.

Il vantaggio che offre è dovuta all'operazione di posa che rende il pavimento utilizzabile in poche ore. Si può incollarlo o disporlo ad incastro. Questo prodotto può essere levigato meno volte rispetto a quello massello, per cui la sua durata è inferiore.

E' possibile procurarsi anche un listello che abbia uno strato doppio.

E' quello che conosciamo tutti, deriva da un solo tronco e per questo si chiama massello. Ha uno spessore che può arrivare a 20 mm ma ci sono quelli anche di spessore più sottile come il 14 mm. Dura molto nel tempo e nel caso, con levigatura e lucidatura ritorna alle sua condizioni di bellezza iniziali. Quest'operazione in pratica rimuove una parte minima di spessore pari a 2 o 3 mm appena.

La qualità di isolamento del parquet massello dipendono dal suo spessore, per cui più alto è il legno di cui è composto maggiore sarà il suo grado di isolamento termico.

Per posare un parquet tradizionale i tempi sono abbastanza lunghi si va dai 20 ai 30 giorni almeno. Si usa l'incollaggio o la chiodatura.

Nelle case il parquet massello sia già trattato a dovere questo deve essere solo posato In ambito industriale invece si usa un parquet che viene trattato sul posto per ottenere caratteristiche di resistenza superiori.

Il Parquet in laminato

Si chiama così ma in realtà è una struttura che imita il parquet tramite una stampa. E’ dalla stampa che si capisce che si tratta di venature riprodotte mediante disegno. E' una soluzione di basso profilo che ha caratteristiche completamente differenti da quelle del legno.

Altri tipi di Parquet

Si è molto diffuso anche il parquet antico. Si tratta di operazioni di recupero di legno utilizzato magari nella fabbricazione navale o proveniente da case antiche che viene sottoposto a trattamento anti-tarlo e ripristinato. E' in pratica un'operazione di restaurazione.

Ci sono anche parquet che hanno delle venature più evidenti e per questo motivo simulano l'antico. Si ottengono dal rovere spazzolato a dovere. Oltre a questi tipi di parquet, lo si può trovare in accoppiata ad altri materiali come il cuoio o la ceramica, materiali che permettono di non far dilatare il legno.

Per concludere un consiglio che deriva dalla natura di questo materiale naturale. Il parquet reagisce al sole e lo fa cambiando colore. Si tratta del normale processo di ossidazione. Per questo motivo se copriamo una porzione del pavimento per un tempo più o meno lungo, questa risulterà più chiara di un'altra non coperta. L'uso dei tappeti ha questo inconveniente.


I nostri brand

  • All
  • LEGNO
 
LEGNO
Wonderwall
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN SUGHERO
GRANORTE
PARQUETTES
Itlas
PARQUETTES
Labor Legno
PAVIMENTI E PARQUET IN BAMBU'
MOSO
PARQUET E PAVIMENTI IN LEGNO
XILO1934