Perché scegliere il pavimento parquet in laminato: tutti i vantaggi

Perché scegliere il pavimento parquet in laminato: tutti i vantaggi

Il pavimento è una delle componenti più rilevanti per una casa, pertanto la scelta su quale installare non dovrebbe mai essere presa alla leggera. È importante offrire alla propria abitazione la pavimentazione che più si allinea con le caratteristiche degli ambienti domestici e delle esigenze di chi la abita. Da questo punto di vista, il pavimento parquet in laminato è un’ottima soluzione in moltissimi casi, in quanto economico, resistente all’usura e agli urti, abbastanza durevole nel tempo e davvero bello a vedersi. Non solo: la posa parquet laminato può essere fatta anche senza distruggere una pavimentazione già esistente, e i lavori vengono terminati molto velocemente. Di seguito, maggiori dettagli sulle caratteristiche della pavimentazione in laminato e sulla sua posa in opera 

 

Parquet laminato: caratteristiche e vantaggi

Cos’è il parquet laminato? Tecnicamente non è un vero parquet, ma è comunque simile ai classici pavimenti in parquet, grazie ad una stampa che viene applicata sul suo pannello di legno composito, che riproduce proprio le venature e persino le sensazioni tattili tipiche del legno.

In sostanza, si tratta di un pavimento composto da un supporto in fibra di legno pressata, che viene rivestito da uno strato in carta stampata a scopo decorativo, e da uno strato trasparente protettivo.

In commercio, possiamo trovarne di varie tipologie, che possono differenziarsi a seconda dello spessore, del formato, e del tipo di posa.

I principali vantaggi di una posa parquet laminato risiedono nei seguenti aspetti:

  • La resistenza e la durevolezza nel tempo: si tratta di un tipo di pavimento che sa resistere bene ad usura e urti, anche grazie alle pellicole che proteggono il pannello centrale, evitando che si deteriori, difendendolo anche dal continuo calpestio.
  • Offre il fascino, lo stile e l’eleganza del parquet dal punto di vista estetico, pur non essendolo per davvero.
  • L’estetica personalizzata: i parquet laminati possono differenziarsi tra loro anche per quanto riguarda il tipo di pavimento in legno che imitano, ed è quindi possibile optare per la soluzione che più si adatta ai propri gusti e allo stile degli interni della propria casa. Infatti, possono assumere le sembianze del tipo di parquet desiderato (noce, rovere, quercia, ulivo…), e persino quelle delle pavimentazioni in legno invecchiate o di tipo rustico.
  • I costi bassi, nettamente più accessibili rispetto al parquet vero e proprio.
  • La facile manutenzione: si può lavare con facilità, anche perché resiste bene a impronte e macchie.
  • La facile installazione: la posa parquet laminato avviene in tempi molto più brevi rispetto al parquet vero e proprio, come spiegato nel paragrafo successivo.

Scegli il Parquet a Roma che fa per te: Vienici a trovare nel nostro showroom.

 

La posa del parquet laminato

Uno dei principali aspetti positivi del pavimento in laminato è il fatto che si installa facilmente: molto spesso si ricorre infatti alla posa parquet laminato flottante.

La posa flottante è davvero una tecnica semplicissima: viene eseguita senza il collante, perché i diversi pannelli vengono incastrati tra di loro seguendo la facile combinazione maschio-femmina.

Questa metodologia permette inoltre una posa laminato su pavimento esistente. Il nuovo pavimento può quindi essere installato anche senza rimuovere quello precedente.

Prima dell’applicazione del pavimento è però opportuno eseguire delle importanti operazioni preliminari: pulire la superficie e posare il rivestimento di fondo. Inoltre, nello scegliere la quantità di laminato da usare per la pavimentazione, può essere utile prenderne un 10% in più rispetto al necessario, per poi conservare gli scarti derivati dalla posa in opera, così da avere a disposizione un campionario di scorta qualora si rendesse necessaria una riparazione.

Quando il laminato viene messo in posa, conviene lasciare almeno 1 centimetro di distanza dal perimetro della stanza, in modo da consentire qualunque tipo di intervento futuro: quello spazio sarà comunque coperto con il battiscopa. Una volta ultimata la pavimentazione, si procede con l’installazione dei pezzi speciali: tappetino isolante, coprisoglia, profili di dilatazione, profili di raccordo, sigillatura, ed eventuali profili gradino per le scale.