Termoarredo: scopri i nostri radiatori d’arredo per il bagno

Spesso si fa confusione quando si parla di termoarredo, esistono molti nomi per indicare cose simili ma che hanno applicazioni diverse.

Attraverso una breve guida pratica ti indicheremo tutte le tipologie di modello e le loro categorie di riferimento. Visita uno degli showroom EPM per toccare con mano i prodotti, consultare i cataloghi e confrontare i prezzi.

Per iniziare a fare chiarezza il termoarredo può essere diviso in due grandi macro-categorie: i radiatori d’arredo e gli scaldasalviette.

 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Radiatori d’arredo

I radiatori d’arredo sono quelli che chiamiamo comunemente termosifoni o caloriferi, sono gli elementi di un impianto di riscaldamento atti ad irradiare calore. Sono costituiti da moduli che possono variare per numero, forma e dimensione.

La circolazione dell’acqua all’interno dei moduli può essere di due tipi: circolazione convettiva o naturale dove il movimento all’interno delle tubazioni è dettato dalla diversa densità dei liquidi e dalla tendenza fisica dei suddetti liquidi a muoversi verso l’alto o il basso; e la circolazione forzata dove il movimento è dettato da un pompa che spinge l’acqua dalla caldaia all’interno delle tubazioni.

Aldilà delle specifiche tecniche però i vari radiatori d’arredo differisco principalmente per il materiale utilizzato per costruirli. Le tipologie di materiali comunemente utilizzati sono tre:

  • Termosifoni in ghisa: I radiatori d’arredo nascono in ghisa, la ghisa è una lega composta da ferro e carbonio ed ha proprietà di conduzione elevatissime. Negli ultimi anni però la produzione di questi caloriferi è diminuita a causa del peso troppo levato.
  • Termosifoni in alluminio: La caratteristica fondamentale di questo tipo di radiatori è sicuramente un’inerzia termica molto bassa, l’alluminio infatti ha la capacità di riscaldarsi molto in fretta. Rispetto ai radiatori in ghisa e in acciaio i radiatori in alluminio sono più economici per via del materiale utilizzato.
  • Termosifoni in acciaio: I termosifoni in acciaio sono sicuramente una delle tipologie di radiatori più utilizzate. Le proprietà dell’acciaio garantiscono sia un elevato grado di resistenza sia grandi possibilità di modulazione.

Dopo aver elencato i principali modelli di radiatori passiamo agli scaldasalviette.

Scaldasalviette

Gli scaldasalviette a differenza dei radiatori sono elementi modulari più snelli. Si installano principalmente in bagno o in cucina e si sviluppano principalmente in verticale, occupando meno spazio.

Anche in questo caso le principali differenze tra vari modelli dipendono essenzialmente dal materiale di produzione e dalla tipologia di alimentazione.

Le principali tipologie di alimentazione sono due:

  • Scaldasalviette a caldaia: Sono in tutto e per tutto dei veri e propri radiatori, sono collegati alla caldaia e all’impianto di riscaldamento.
  • Scaldasalviette elettrico: Funzionano grazie ad una resistenza e possono essere collegati alla rete elettrica, questo permette un utilizzo più mirato e specifico.

Anche le principali tipologie di materiali utilizzati sono due:

  • Scaldasalviette in acciaio: Possibilità di modulazione maggiore e grande resistenza.
  • Scaldasalviette in alluminio: L’alluminio ha possibilità di modulazione minore rispetto all’acciaio ma è più economico, adatto ad ambienti moderni.

Vieni a trovarci in uno dei nostri Shoowroom oppure contattaci

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

 

 

I nostri marchi


 

 

 
Antonio Lupi
Antonio Lupi
Devon & Devon
Devon & Devon
ARTEKALOR
ARTEKALOR
CEA DESIGN
CEA DESIGN
Livingstone
Livingstone
Scirocco
Scirocco
TUBES
TUBES
VascoGroup
VascoGroup
 

 

Richiedi informazioni sui nostri prodotti