Collanti e Stucchi

Nel campo dell’edilizia i collanti sono utilizzati per unire più elementi fra loro, mentre lo stucco è impiegato per rivestire o decorare muri e soffitti. I materiali impiegati sono parecchi e producono diversi risultati.

Sebbene il loro impiego possa sembrare marginale, anche in questo caso la scelta del materiale più adatto alle proprie esigenze risulterà cruciale, per mantenere gli spazi esteticamente piacevoli e assicurare resa adeguata e durevolezza nel tempo.

 

Da Edilpiemme vogliamo garantirti il meglio, per questo ti forniremo alcune indicazioni utili per permetterti di capire quali opzioni adottare per le tue necessità e tempistiche.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Collanti

I collanti hanno diverse origini e composizioni, essendo derivati da elementi naturali o sintetici, e presentando una composizione a base di acqua o materiali quali gomma e polveri provenienti dal cemento.

La scelta del collante adatto sarà condizionata dagli elementi che andranno incollati fra loro. Fra i più utilizzati troviamo i collanti a base cementizia, adatti ad ambienti interni ed esterni perché resistenti all’acqua e adoperati principalmente per la posa in opera di piastrelle e rivestimenti.

Gli adesivi sintetici a base di gomma hanno un tempo di essiccazione più breve e permettono una forte adesione, tuttavia sono spesso infiammabili. Utilizzati maggiormente a caldo poiché la presa avviene per evaporazione.

Collanti per metalli

Le soluzioni più utilizzate per l’adesione di metalli sono sicuramente le resine acriliche ed epossidiche. Le resine non corrodono il metallo e sono estremamente stabili, sia alle sollecitazioni che agli sbalzi termici.

Fra i collanti per metalli, le colle epossidiche, bicomposte o monocomposte, possono essere una valida alternativa. Il preparato è solido e garantisce sicurezza e resistenza, in quanto presentano un’elevata adesione.

Sono utilizzate in particolar modo per superfici piccole e medie; questi adesivi riducono l’impiego di risorse economiche, permettendo di eliminare elementi come viti o saldature, e permettono combinazioni come quella di metallo/plastica o metallo/legno.

Stucchi

Lo stucco è un impasto nato generalmente da un mix di gessocalce o cemento.

Gli stucchi possono essere utilizzati per riparazioni esigue ma anche per crepe e fori profondi. Nel primo caso, il tempo di indurimento sarà di un paio d’ore, mentre nel secondo potrebbero occorrere dalle 24 alle 48 ore. Un ulteriore utilizzo è quello di preparare le pareti alla pittura.

Lo stucco si presenta sotto forma di pasta o polvere; il primo è più cremoso, presenta una consistenza maggiore e non c’è pericolo di essiccamento. Al contrario, quello in polvere si secca molto rapidamente, ma è anche più economico e di vario uso. 

Stucchi decorativi

Lo stucco risulta un’ottima soluzione anche a livello decorativo, difatti ne esistono diverse tipologie impiegate per la creazione di decorazioni tridimensionali, cornici o soffitti.

Fra gli stucchi decorativi, i più utilizzati sono quelli veneziani, altrettanto utili per attenuare le conseguenze dell’umidità. Rispetto ad altri stucchi, questi garantiscono risultati esteticamente più gradevoli, arrivando ad avere un aspetto liscio e lucido.

Ne esistono due tipologie: a pennello e a spatola. Quello a pennello si utilizza su superfici lisce come il legno o il cartongesso, mentre quello a spatola si applica dopo altri strati di stucco, viene mescolato a calce e polvere di marmo ed è più resistente all’umidità.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

 

 

 

I nostri partner


 

 
Litokol
Litokol
KeraKoll
KeraKoll
Mapei
Mapei
 

Richiedi informazioni sui nostri prodotti