Scaldabagni a gas, rendi il tuo bagno più confortevole

Lo scaldabagno a gas, comunemente conosciuto come caldaia, è un modello molto diverso da quello elettrico, senza ombra di dubbio più conveniente e comodo, ma anche meno utilizzato, nonostante sia meno dispendioso nel corso del tempo.

Con il metodo elettrico, nel momento in cui l’acqua calda presente nel serbatoio finisce, è necessario aspettare per un po’ di tempo che si riempia e riscaldi di nuovo, mentre questo non avviene con gli scaldabagni a gas.

Permettici di illustrarti le principali qualità di questo elemento: di seguito troverai spiegazioni e consigli pratici d’utilizzo.

 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Le caratteristiche dello scaldabagno a gas

Lo scaldabagno a gas viene alimentato in due modi: a metano (gas naturale) o a GPL e in entrambi i casi, i prezzi di consumo sono nettamente inferiori a quelli di altri scaldabagni che funzionano utilizzando l’energia elettrica.

Gli scaldabagni a gas si attivano solo nel momento in cui viene richiesto un apporto di acqua calda nell’edificio, riscaldando l’acqua che scorre all’interno della loro serpentina istantaneamente e fornendola subito dentro l’abitazione. Funziona, inoltre, a bassa potenza.

Si tratta di un boiler che funziona sia tramite una camera stagna, espellendo fumi di scarico forzatamente, sia tramite una camera aperta, evacuando naturalmente i fumi tramite una canna collettiva. Un altro vantaggio di questi scaldabagni è che operano nel totale rispetto dell’ambiente.

La normativa

Oggigiorno esistono delle normative riguardo all’installazione e l’utilizzo degli scaldabagni a gas, tanto che ad installazione completata è necessario che l’impresa installatrice dello stesso fornisca un certificato di conformità alle leggi vigenti.

Di fatto, gli scaldabagni a gas devono garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica di modo che siano prevenuti eventuali incidenti causati da impianti non a norma. Questo, ovviamente, vale sia nel caso in cui ne siano installati di nuovi, che nel caso di un rifacimento.

Una delle imposizioni più importanti prevede che per ogni tipo di impianto, lo scarico del suddetto sia a parete e che il suo sbocco si trovi sopra il tetto. Sono poi d’obbligo la conservazione dell’impianto e la sua manutenzione straordinaria.

 

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Richiedi informazioni sui nostri prodotti