Durezza legni per parquet: la guida completa

MPM: le soluzioni edili di cui hai bisogno!
4 Novembre 2022

Durezza legni per parquet: la guida completa

I rivestimenti in legno sono in grado di conferire alla nostra casa o al nostro ufficio un aspetto senza dubbio accogliente, caldo ma soprattutto elegante.

È per questo che sempre più persone scelgono il parquet per il proprio arredamento, preferendolo al marmo che, seppur di indiscutibile bellezza, richiede una manutenzione diversa e deve inevitabilmente adattarsi ad uno stile un po’ nordico e freddo. Il parquet, invece, risultando più versatile, appare essere sempre la scelta più giusta per chi ama gli ambienti luminosi, camminare a piedi scalzi e pulire con praticità il proprio pavimento.

Non per questo, però, va dimenticata la particolarità del legno, materiale pregiato ma con diverse sfaccettature delle quali tener conto nell’ambito della scelta dei rivestimenti. Sono diverse, infatti, le tipologie di parquet che non si differenziano solo per il colore ma soprattutto per la durezza del legno, desumibile dalla comoda tabella che indica la durezza legni, in base alla quale scegliere secondo le proprie esigenze di utilizzo.

Ad esempio, da questa tabella è possibile desumere la durezza hrc del legno faggio che è medio alta, mentre quella del ciliegio è abbastanza bassa: potremo così renderci conto di quale potrà essere la resa nel tempo di quel materiale.

Qual è il parquet più duro? E qual è il legno migliore per il parquet?

A seconda della tipologia di ambiente nel quale posare il parquet vi è da considerare un elemento importante, cioè quello della durezza del legno. I parquet più belli non sempre sono i più resistenti ad urti causati dal calpestio continuo, dai graffi causati dallo spostamento dei mobili o degli animali. Proprio per questo se hai animali dovrai certamente scegliere un parquet più resistente ai graffi, allo stesso modo se hai bambini o se ami cambiare spesso la disposizione del tuo arredamento.

La durezza della singola tipologia di legno è determinata dalla qualità della materia prima: il bamboo e il teak sono certamente quelli più belli ed anche resistenti. Il bamboo, in particolare, è definito “acciaio naturale” in quanto super resistente agli urti e tende a non graffiarsi quasi mai!

Il teak, invece, è un legno molto pregiato, proveniente dal sud est asiatico e bellissimo esteticamente: viene utilizzato per le imbarcazioni di lusso proprio perche è il parquet più resistente all’acqua senza aver bisogno di operazioni successive di verniciatura e protezione.

Qual è il miglior tipo di parquet?

In definitiva, il miglior legno per parquet è sicuramente il bamboo in quanto ecologico e versatile ma anche altre tipologie di legno come il larice, il frassino o la quercia donano agli ambienti un design moderno ed inconfondibile, che gli amanti del parquet riconosceranno a colpo d’occhio.

Se invece stai cercando il miglior parquet per riscaldamento a pavimento dovrai indirizzarti verso il rovere, l’iroko o il teak: sono difatti le essenze migliori per il parquet con riscaldamento a pavimento in quanto legni molto stabili che non si deformano facilmente a contatto col calore.

E allora cosa stai aspettando? Scegli il parquet che fa per te ed arreda la tua casa col gusto elegante del legno, pregiato e resistente oltre che duraturo nel tempo!

Scopri tutti i marchi di Parquet offerti da EPM Roma