Eventi

A quarant’anni dalla sua scomparsa, il MAXXI dedica una grande retrospettiva a Gio Ponti, architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico, artista integrale a 360 gradi.

La mostra ne studia e comunica la poliedrica attività, a partire proprio dal racconto della sua architettura. Dal disegno di oggetti d’uso quotidiano all’invenzione di soluzioni spaziali per la casa moderna, alla realizzazione di progetti complessi calati nel contesto urbano, come il grattacielo Pirelli a Milano o la cattedrale di Taranto, la progettualità di Ponti si caratterizza proprio per il passaggio disinvolto di scala in scala.

La mostra, realizzata in collaborazione con il CSAC di Parma e Gio Ponti Archives, a cura di Maristella Casciato, Fulvio Irace con Margherita Guccione, Salvatore Licitra, Francesca Zanella, presenta materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste, e oggetti che permettono di scoprire un protagonista eccellente della produzione italiana di architettura, il cui lavoro ha lasciato tracce importanti in diversi continenti.

Tra i materiali presenti anche “Via Dezza”, a cura della Ceramica Francesco De Maio, uno dei prodotti-simbolo dello stile di Gio Ponti. Maioliche “special edition” create per l’occasione in 25x25cm, con fasce diagonali decorate a mano di colore giallo e bianco. Un pavimento di circa 60mq di maioliche in cotto fatto e decorato a mano continuando così quest’importante ricerca ceramica in collaborazione con l’Archivio Gio Ponti per renderlo sempre più fedele all’unico esemplare del 1957 ritrovato da Salvatore ed Anna Licitra e realizzato all’epoca dall’artista Fausto Melotti proprio per la casa di Gio Ponti in Via Dezza a Milano.

E’ un legame stretto quello che unisce Gio Ponti alla storica ceramica Francesco De Maio, sponsor ufficiale della mostra-retrospettiva sull’artista. La Francesco De Maio è stata eletta dagli Eredi Ponti quale licenziataria esclusiva mondiale per la riproduzione fedele, con i medesimi smalti, supporti e colori, delle 33 maioliche bianco e blu decorate a mano che Gio Ponti disegnò per l’Hotel Parco dei Principi di Sorrento, il primo hotel design al mondo, tra il 1960 ed il 1962. Nel febbraio 2017 furono presentate nella mostra “Gio Ponti. L’Infinito Blu” nella quadreria de La Triennale di Milano.

Per conoscere e scoprire tutti i pavimenti e rivestimenti di  Ceramica Francesco De Maio, in particolare la Collezione “Blu Ponti”, vieni a trovarci nei centri EPM EDIL PIEMME, rivenditore di pavimenti e rivestimenti Francesco de Maio a Roma. Ci trovi in via Ardeatina 933 e nel centro storico di Roma in Piazza di San Salvatore in Lauro 3 (Via dei Coronari).

 

27 novembre 2019

“Gio Ponti. Amare l’architettura” – mostra retrospettiva al MAXXI di Roma – 27 novembre 2019 / 13 aprile 2020

A quarant’anni dalla sua scomparsa, il MAXXI dedica una grande retrospettiva a Gio Ponti, architetto, designer, art director, scrittore, poeta, […]
26 novembre 2019

“Come progettava Leonardo” – ISIA Thinking Tool – 28 novembre 2019

Riprendono gli ISIA Thinking Tool con un appuntamento imperdibile, organizzati come sempre insieme ai nostri partner di ISIA ROMA DESIGN […]
25 novembre 2019

“LA RIGENERAZIONE TERRITORIALE: paesaggio, turismo e food design” presentazione del master in progettazione del paesaggio – MACRO Asilo, 28 novembre 2019 ore 18

EDIL PIEMME azienda da sempre vicina alle attività dell’Associazione culturale “Architetto Simonetta Bastelli”, è lieta di estendervi l’invito, presso il MACRO […]
14 novembre 2019

#ORANGE– Collettiva d’arte dal 16 al 26 novembre 2019 a Spazio 40 Galleria d’arte di Roma

EDIL PIEMME di nuovo al fianco di Spazio 40 Galleria d’arte che, proseguendo la serie delle Mostre dedicate ai colori, […]